Condividi

BIOGRAFIA
Formazione e Attività

 

Giuseppe Di Liddo nasce nel 1985. Si diploma in flauto traverso con il massimo dei voti e la lode sotto la guida di Antonio Amenduni presso il Conservatorio “U. Giordano” di Foggia, dove consegue anche il Diploma Accademico di II Livello in Discipline Musicali con 110/110 e lode.

Ha perfezionato gli studi flautistici a Milano con Bruno Cavallo e Carlo Tabarelli, a Fiesole con Giampaolo Pretto e Chiara Tonelli, a Roma e Firenze con Nicola Mazzanti per l’ottavino, seguendo anche masterclass con Davide Formisano, Andrea Oliva, Maurizio Simeoli, Massimo Mercelli. Inoltre, vincitore della borsa di studio del progetto Erasmus, ha studiato presso il Conservatorio Reale di Bruxelles sotto la guida di Carlos Bruneel e Franck Hendrickx per il flauto, e di Peter Verhoyen per l’ottavino.

Appassionato del mondo orchestrale sin da adolescente, si avvicina alla preparazione professionale nei corsi dell’Estate Musicale Frentana di Lanciano e dell’Orchestra Giovanile Abruzzese, risulta vincitore delle selezioni di accesso ai corsi di qualificazione professionale del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto e in particolare dell’Orchestra Giovanile Italiana di Fiesole. Grazie a quest’ultima ha avuto la possibilità di suonare con direttori del calibro di Riccardo Muti, Gabriele Ferro, Krzysztof Penderecki, di collaborare con l’Orchestra Cherubini e l’Orchestra Regionale Toscana, di esibirsi nei più importanti teatri d’Italia (come il Teatro del Maggio Fiorentino, il Teatro Alla Scala di Milano, il Teatro Manzoni di Bologna, il Teatro Politeama di Palermo, l’Auditorium della Conciliazione di Roma) e in tournee in Germania (Konzerthaus di Berlino), Estonia, Lituania, Finlandia. E’ risultato anche vincitore del posto di Primo Flauto alla selezione per l’Orchestra Giovanile Pugliese con l’assegnazione di una borsa di studio da parte della Provincia di Brindisi e la partecipazione a tournée in Puglia e Grecia.

Nel corso degli anni si afferma in numerosi concorsi a premio nazionali ed internazionali e in ambito orchestrale risulta: finalista alla selezione italiana per l’European Union Youth Orchestra presso la sede RAI di Milano; vincitore dell’audizione per 2° Flauto/Ottavino presso l’Orchestra della Magna Grecia di Taranto, per 1° Flauto presso l’I.C.O. Tito Schipa di Lecce, per 1° Flauto presso l’Orchestra Stabile del Molise; idoneo alle audizioni per 1° Flauto e 2° Flauto/Ottavino presso la Fondazione Teatro Regio di Parma.

Tra le numerose collaborazioni con istituzioni orchestrali, in particolare, ha ricoperto il ruolo di 1° Flauto presso l’Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari, ha collaborato come Ottavinista presso la Fondazione Petruzzelli e Teatri di Bari, come 1° Flauto con la Fondazione I Pomeriggi Musicali di Milano, come 1° Flauto e come Ottavinista con l’Orchestra della Magna Grecia di Taranto, come 2°Flauto/Ottavino con l’International Mahler Orchestra presso l’Auditorium della Berliner Philarmonie, come 1° Flauto e Solista con l’Orchestra Stabile del Molise, esibendosi con direttori come P. Bellugi, P. Olmi, D. Renzetti, N. Samale, M. Marvulli, B. Aprea, X. Zhong, C. Franci, R. Palumbo, G. Neuhold, S. A. Reck, N. Piovani ed altri.

Accanto all’attenzione verso il mondo orchestrale, sin da giovanissimo ha coltivato l’interesse verso la musica da camera, formandosi grazie alla vivace didattica di Domenico Di Leo. In ambito professionale, oltre ad esibizioni occasionali con ensemble di vario genere ed una collaborazione stagionale con l’orchestra di flauti “Zephyrus”, ha inciso il CD “Mauro Giuliani Pot-Pourri” con il chitarrista Antonino Maddonni, il CD “Trii per flauto, clarinetto e pianoforte” con i pianisti gemelli Davide e Daniele Trivella e il clarinettista Antonino Serratore. Con quest’ultimo condivide il progetto musicale DUO “FIATO SOSPESO”, un lavoro di ricerca ed elaborazione del repertorio per flauto/ottavino e clarinetto/piccolo in Mib. A lui sono state dedicate opere composte da Mauro Porro, Giorgio Colombo Taccani, Paolo Coggiola.

Ha all'attivo altre pubblicazioni discografiche in formazioni orchestrali, pubblicazioni edite, e sue esecuzioni sono state trasmesse da RaiRadio3. Collabora inoltre con la Digital Records di Roma per la registrazione di colonne sonore in ambito cinematografico.

Suona un flauto “Pearl 14k” e un ottavino “Powell Signature”. Parallelamente alla carriera da flautista, si dedica all'insegnamento attraverso la musica e il movimento.

Si è laureato in “Didattica della musica a indirizzo strumentale” con 97/100 presso il Conservatorio “U. Giordano” di Foggia ed ha frequentato il Corso annuale di Formazione Ministeriale sulla “Pratica musicale nella scuola primaria - D.M. 8/2011” presso il Conservatorio “G. Verdi” di Como. Ricercatore di pratiche pedagogiche non convenzionali, ha conseguito anche il certificato di I Livello della Formazione Dalcroze® (Educazione musicale attraverso il Movimento) presso l’Istituto di Luino (VA) sotto la guida di Ava Loiacono. Attualmente è docente titolare della cattedra di flauto traverso presso le Scuole Sec. di I grado ad Indirizzo Musicale, ha insegnato presso i Licei Musicali ed è stato direttore artistico di diversi progetti di musica d’insieme. Ha condotto percorsi di propedeutica musicale collaborando con alcune Scuole Primarie della provincia di Bergamo, con il dipartimento di Ginnastica-Danza della Polisportiva di Parma. Ha collaborato anche come docente preparatore della fila dei fiati dell’Orchestra dei Ragazzi della Scuola di Musica di Fiesole.

Per risolvere problemi di natura scheletrico-muscolare che rischiavano di compromettere la carriera musicale, già in giovane età si avvicina ad una serie di pratiche corporee scegliendo infine di affidarsi al Metodo Feldenkrais®. Dapprima seguendo a Bari le lezioni di Giuseppe Strada, in seguito ne approfondisce professionalmente lo studio frequentando il corso quadriennale presso l’Istituto di Formazione Feldenkrais® di Milano con Mara Della Pergola. Tra i trainer ospiti della formazione, personaggi di alta caratura come Alan Questel, Paul Newton, Sabine Pfeffer, Ingrid Wilczeck, Anna Maria Caponecchi. E’ inoltre socio dell’A.I.I.M.F. (Associazione Italiana Insegnanti Metodo Feldenkrais®). Ha condotto corsi collettivi annuali di “Consapevolezza Attraverso il Movimento®” e incontri individuali di “Integrazione Funzionale®” del Metodo Feldenkrais® presso l’A.S.D. Ananda di Bergamo, l’A.S.D. Temple di Frosinone, e tiene seminari di approfondimento dedicati ai musicisti in istituti come il Conservatorio di Brescia, il Liceo Musicale “Secco Suardo” di Bergamo, e varie Associazioni Culturali italiane.

A completamento della dedizione e passione verso la cultura psico-corporea, è cintura 1^ kyu dell’arte marziale Aikido. Ha per anni praticato presso l’A.S.D. Ananda di Bergamo con Tommaso Chiarolini, Laura Meucci, Hassan Raoui, ed ha partecipato a seminari nazionali con Guglielmo Masetti, Silvio Zulpo.

Legato alle sue radici pugliesi, è originario di Bisceglie (BT). Dopo una lunga permanenza a Bergamo, attualmente risiede a Roma.

Condividi